I nuraghi della zona di Stintino e Capo Falcone

Il Nuraghe Unia a Capo Falcone
Il Nuraghe Unia a Capo Falcone

La testimonianza più evidente della diversità e dell'isolamento delle popolazioni sarde in epoca protostorica è certamente rappresentata dai circa 7000 Nuraghi presenti sull'isola.
Queste costruzioni di cui non abbiamo altro esempio al di fuori della Sardegna, sono state erette tra il 1500 e il 500 a.c.
Si tratta di torri dalla caratteristica forma a tronco di cono, costruite con massi sovrapposti, senza uso di alcuna altra materia per cementare, alti dai 4 fino ai 18 metri del nuraghe di Santu Antine a Torralba; in qualche sporadico caso facevano parte di strutture abitative più complesse, ma nella quasi totalità sono assolutamente isolati uno dall'altro, con, in alcuni casi, pozzi e fonti sacre adiacenti a testimoniare comunque la presenza di una forma di società.
Non è assolutamente certo l'uso cui i nuraghi fossero destinati, abitazione, forse anche tombe, o più probabilmente difesa, ma quello che è straordinario è l'opera ingenieristica che ha consentito una sopravvivenza per millenni, così come la capacità realizzativa (ancora oggi non è noto il metodo usato per sollevare questi massi di oltre 10 metri).

Anche a Capo Falcone esiste una testimonianza nuragica; la zona che va da Stintino a Porto Torres è, come tutta la Sardegna, ricca di nuraghi; la zona della Nurra (nord-ovest della Sardegna) è anzi una delle zone a più alta densità nuragica dell'isola.
A pochi chilometri da Stintino si trova il nuraghe di Unia, il nuraghe più a nord della zona. Proseguendo verso Porto Torres troviamo ancora il nuraghe Minciaredda, mentre percorrendo la vecchia strada provinciale incontriamo tra gli altri il nuraghe Margone.

Condividi su:

Per lasciare un commento con la vostra valutazione del luogo inserire nome ed email. - Date la vostra valutazione del posto con le stelline. (E' necessario che sia attivato javascript. Se non funzionano commenti o slideshow aggiornate il vostro browser).
Non è consentito inserire link a siti web nel commento



Numero Voti: 1    -   Valutazione media: 3.0
Desy ha scritto il: 10/04/2013  alle ore: 23:16
avatar
Visitati tutt'e due. I nuraghi sono tutti affascinanti anche se in Sardegna ci sono complessi nuragici parecchio più importanti. Quello di Palmavera comunque è già importante mostrando come già esistesse un'organizzazione sociale a quei tempi.

60%