Le Chiese dell'area Nord-Ovest della Sardegna

Interno della chiesa di Stintino
Interno della chiesa di Stintino

Le prime testimonianze di architettura ecclesiastica in Sardegna risalgono fino al V secolo con le prime chiese paleocristiane; ma solo dopo l'anno 1000, ci fu una certa spinta alla edificazione di monasteri e chiese in stile principalmente romanico (oltre 180), talvolta con influenza francese, lombarda e toscana come è il caso della Basilica di San Gavino a Porto Torres, voluta da Gonario-Comita giudice di Torres e Arborea e costruita tra il 1065 e il 1111.
Sorge nell'area della necropoli romana, nella quale sono sepolti i martiri Gavino, Proto e Genuario (la cui storia è riportata nella pagina che descrive la Festha manna di Porto Torres), sopra una basilica bizantina preesistente, di cui non sono per altro rimaste praticamente tracce.
E' caratterizzata da una grande navata centrale e due absidi semicircolari contrapposte. E' stata restaurata in due occasioni successivamente. Nel 1614 furono portati alla luce i resti dei corpi dei tre martiri. Una alta colonna con la statua di San Gavino si trova a lato della Basilica.

La chiesa di Stintino, in via Sassari, nel centro del paese, è l'unica chiesa del paese. Costruita nel 1934, vi sono conservate la Madonna della difesa (statua lignea di valore storico - vedi descrizione della festa del santo patrono di Stintino) e altre opere d'arte di artisti locali.

Per lasciare un commento con la vostra valutazione del luogo inserire nome ed email. - Date la vostra valutazione del posto con le stelline. (E' necessario che sia attivato javascript. Se non funzionano commenti o slideshow aggiornate il vostro browser).
Non è consentito inserire link a siti web nel commento



Numero Voti: 0    -   Valutazione media: