• Spiaggia dell'Argentiera
  • Spiaggia di Cala Lupo
  • Spiaggia Rena Majore

Altre spiagge vicino a Stintino

Nell'area prospicente il promontorio di Capo Falcone si affacciano diverse altre spiagge più o meno estese e di caratteristiche diverse in dipendenza dalla morfologia del territorio e dalla posizione geografica. Le spiagge che si trovano sul lato orientale del promontorio sono più protette dal maestrale ed in generale con un fondale meno profondo essendo questa parte del litorale principalmente meno roccioso.
Viceversa sul litorale opposto che si affaccia sul mare aperto, la costa è più frastagliata e più rocciosa con scogliere a tratti alte e impervie che in alcuni punti impediscono di fatto il raggiungimento di alcune piccole spiaggette. Le spiagge elencate qui di seguito si trovano tutte sulla costa occidentale del promontorio di Capo Falcone.

Social networks


Condividi su:


Spiaggia di Lampianu

Arenile: Arenile in sabbia e ciotoli Fondale: Fondale profondo (degrada velocemente)

La costa intorno alla spiaggia di Lampianu, dove si trovano alcuni altri piccoli insediamenti e vari ovili, è caratterizzata da vaste scogliere di scisti scuri, intercalate da alcune spiaggette, in genere raggiungibili a piedi per brevi sentieri.
La sabbia è grigiastra, fine e grossolana, con ciottoli policromi; il mare è blu, profondo. Disponibilità di bar e negozio. Natura circostante solitaria e selvaggia; non tanto affollata in alta stagione, per il resto con ampi spazi; sporca, a tratti anche molto, salvo durante la stagione turistica, quando viene parzialmente pulita; presenza di banchi di posidonie spiaggiate.

Come raggiungere la spiaggia

Da Palmadula, procedere verso nord sulla strada per Porto Torres e Stintino e raggiungere la frazione di Biancareddu.
Quindi svoltare a sinistra per Lampianu, piccola frazione agricola. Dalle ultime case a nord, imboccare una stradetta non segnalata e non facilmente individuabile, fino all'inizio di una scalinata, che scende alla spiaggia.

Rena Majori

Arenile: Arenile in sabbia e ciotoli Fondale: Fondale profondo (degrada velocemente)

La natura circostante è solitaria e selvaggia; ha dimensioni medie e sabbia dorata, grossolana, con ciottoli bianchi; il mare è di colore verde e profondo come quasi tutte le spiagge che si affacciano sul mare aperto, sulla costa occidentale della Sardegna; non è mai affollata, per la difficoltà d'accesso; è sporca, a tratti anche molto nel retrospiaggia con scarsa presenza di posidonia.

Come raggiungere la spiaggia

E' situata poco più nord di Lampianu. Imboccare una strada sterrata non segnalata, sulla sinistra che parte dal tracciato principale e, dopo circa 600 m., fermarsi in cima alla scogliera, presso un piccolo posteggio non ben visibile se non in stagione, per la presenza di altre auto.
Da questo punto, l'arenile è raggiungibile con un sentiero molto ripido (occorrono almeno le scarpe da tennis o meglio gli scarponi da trekking).

Argentiera

Arenile: Arenile in sabbia grossolana o ghiaiosa Fondale: Fondale profondo (degrada velocemente)

L'Argentiera è un vecchio sito minerario ormai dismesso che si trova al centro della costa omonima.
La Cala dell'Argentiera è formata da due spiagge: una più grande a nord ed una più piccola a sud, detta Cala Onanu, dominata dal fabbricato della Laveria, in legno, alle spalle del quale sorge appunto l'antico centro minerario oggi in ristrutturazione grazie ai fondi della Comunità europea allo scopo di farlo diventare un museo, comunque già parzialmente visitabile, alla stregua di diverse altre vecchie miniere della Sardegna.
La sabbia è grigiastra, grossolana, con ciottoli policromi; il mare è blu, profondo. La spiaggia è attrezzata in parte e offre disponibilità di bar e negozio. La natura circostante, fino a pochissimi anni fa solitaria e selvaggia, oggi presenta chiari segni di urbanizzazione. La spiaggia, mediamente affollata in alta stagione, offre negli altri periodi ampi spazi. C'è presenza di banchi di posidonie spiaggiate. Sito di eccezionale interesse archeologico-industriale, valorizzato a cura del Parco Geominerario della Sardegna.

Come raggiungere la spiaggia

Dalla periferia ovest di Sassari, ad esempio dalla chiesa di S. Maria di Betlem, oppure dalla ss131, imboccare la vecchia ss291 per Alghero (dalla ss131 è il bivio più a nord di quello che si collega al nuovo tracciato). Subito, al grande svincolo di Predda Niedda, proseguire a destra (nord) seguendo le indicazioni per la frazione di Bancali, per la frazione di Palmadula e, ovviamente, per l'Argentiera fra pascoli e coltivi. Da qui, voltando a sinistra (ovest, lasciandosi quasi davanti, nord, il bivio di un'altra strada secondaria che giunge dalla Nurra e da Porto Torres), con un tragitto di circa 3 km verso ovest della strada prov. 18, superare il Porto Palmas, poi con una salita raggiungere il borgo collinare, e con una successiva discesa (dopo circa 3 km) fra bei panorami, il borgo costiero dell'Argentiera.

Coscia di Donna

Arenile: Arenile di ciotoli Fondale: Fondale profondo (degrada velocemente)

La spiaggia di Coscia di Donna, si trova sulla costa occidentale del nord Sardegna, nel comune di Stintino.
E' tra le poche spiagge rocciose della zona che possono essere raggiunte anche via terra. Si tratta di una spiaggia con arenile di ciottoli e ghiaia, di colore chiaro. Il mare è trasparente con un colore tra il verde e l'azzurro. Il fondale è roccioso e quasi subito profondo; è quindi particolarmente indicato per attività di snorkeling ed immersioni. La spiaggia di Coscia di Donna non è mai particolarmente affollata, nemmeno nei mesi di maggior affluenza turistica proprio per le sue caratteristiche di rocciosità ed anche di non molto agevole accessibilità; è quindi particolarmente adatta per chi ama la natura più brulla e la tranquillità. Non offre servizi, se non il posteggio.

Come raggiungere la spiaggia

Percorrendo la SP34 in direzione Stintino, al km 26, si trova la rotatoria con l'indicazione per Coscia di Donna. Seguite la cartellonistica per arrivare sino al parcheggio della spiaggia.

1 2 3

Image Gallery